La scintillante bellezza della strega

Culture simboliche e pratiche immaginali oltre i pregiudizi e la caccia alle streghe

Milano Villa Forno - Arma di Taggia (IM)

21/08/2017 09:00 - 31/08/2017 18:00

Scarica la brochure

Premesse e finalità della Summer School

Le streghe hanno smesso di esistere nel momento in cui abbiamo smesso di bruciarle” sosteneva Voltaire, uno dei più illustri spiriti dell’illuminismo occidentale. Ma siamo sicuri che avesse ragione? Sfortunatamente ancora oggi, a distanza di più di due secoli da questa “ragionevole” affermazione assistiamo a preoccupanti “roghi” (simbolici e persino letterali) o ad altri irrazionali atti di violenza nei confronti delle donne, del sapere, dello stile di vita e della sensibilità femminile. La questione, evidentemente, è molto complessa e non riguarda solo la “ragione” come piaceva a Voltaire, la volontà, le buone intenzioni e gli atteggiamenti coscienti. Forse, come sostenevano Carl Jung, James Hillman e Gilbert Durand le radici del problema devono essere ricercate in un più profondo e sostrato immaginativo dinamico e pullulante di archetipi, miti e simboli che orienta le nostre azioni, influenza la nostra cultura e nei cui confronti la razionalità non ha che un debole controllo. Partendo dal presupposto che solo l’immaginazione può agire sull’immaginario, la Summer School si propone di coinvolgere i partecipanti in un appassionante viaggio nel regno dell’immaginazione creatrice (del mito, della fiaba, della poesia, dell’arte, del cinema, della musica e della danza) alla ricerca della figura simbolica della Strega nell’intento di dissolvere pregiudizi e stereotipi che offuscano il volto di questo personaggio, riconoscerne l’indomita bellezza, il potenziale iniziatico, educativo e terapeutico per la nostra vita e per la nostra cultura. Parallelamente la Scuola si propone di mostrare il valore delle opere dell’immaginazione creatrice come autentiche fonti di un sapere sensibile e delicato non categorizzante né riduttivo, allusivo e mai prescrittivo, rispettoso e riconoscente nei confronti del femminile e di ogni altra forma di “differenza”.

Animato da una profonda vena culturale il percorso ha in sé anche una vocazione formativa in quanto mira a coinvolgere i partecipanti in “esercizi d’anima” ovvero particolari “pratiche immaginali” con l’intento di sollecitare una modalità di conoscenza riconoscente, affettiva e partecipativa nei confronti del mondo e dei suoi fenomeni, delle sue fragilità e delle sue ferite, della varietà delle sue manifestazioni, talvolta inquietanti, ma anche affascinanti.

Modi

Il percorso prevede: lezioni e seminari, esercitazioni di gruppo intorno a opere artistiche, visite guidate in luoghi simbolici ed evocativi della presenza simbolica delle Streghe nella città di Milano;

una fase residenziale nei pressi di Arma di Taggia (IM) comprensiva di attività culturali, lavori di gruppo, attività ludico-espressive, momenti sociali e ricreativi e di una escursione nel leggendario borgo ligure di Triora.

Destinatari

La Scuola è aperta a studenti italiani e stranieri di qualsiasi facoltà ed è particolarmente consigliata a chi frequenta studi umanistici (Beni culturali, Lettere e Filosofia, Psicologia, Scienze dell’Educazione, Sociologia, Studi Sociali, Antropologia ecc.). Accoglie anche laureati, dottorandi, specializzandi, insegnanti, psicologi e psicoterapeuti, educatori, altri professionisti dell’arte dell’educazione o della cura e chiunque sia interessato ad approfondire l’argomento e sperimentare il ruolo dell’immaginazione creatrice nella cultura e nella propria vita.

Docenti e conduttori

Direzione scientifica e coordinamento

Prof. Paolo Mottana – Professore Ordinario di Filosofia dell’educazione e Ermeneutica della Formazione – Università di Milano Bicocca

Dr.ssa Marina Barioglio​ – Assegnista di Ricerca – Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione

Gruppo di ricerca e formazione “Immaginale” del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” – Università di Milano Bicocca

Prof. Paolo Mottana

Dr.ssa Marina Barioglio

Dr.ssa Francesca Martino

Dr.ssa Tania Morgigno

Dr.ssa Eletta Pedrazzini

Dr.ssa Ilaria Torelli

Dr. Riccardo Bernardini, Psicologo e Psicoterapeuta – Presidente Scuola IPAP. socio ARPA

Dr.ssa Flavia D’ Andreamatteo, Psicoterapeuta – Libero professionista e docente Scuola IPAP. socia ARPA

Dr. Claudio Marucchi, Esperto di simbolismo e filosofie orientali, Libero professionista

Dr.ssa Daniela Seregni, Pedagogista, ASL Milano

Visite guidate a cura di: dr.ssa Ilaria Torelli, esperta d’arte, beni culturali e Guida Museale

Attività ludico-espressive a cura di: Camilla Cardente, arteterapeuta

Tutoring e attività di supporto a cura di Mara Leontini e Matteo Megale

Scarica la brochure