Il racconto di due importanti ricerche coordinate dal nostro Dipartimento nell'ambito dei progetti "Learning to be" e PROMEHS (Erasmus+)

La Commissione Europea presenta le buone pratiche realizzate dall'Istituto Comprensivo Chignolo Po grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione

Condividiamo il video con cui la Commissione Europea presenta come esempio di “buone pratiche” le attività messe in campo e i risultati raggiunti in questi anni dall’Istituto Comprensivo Chignolo Po (PV).

Una scuola che da oltre 15 anni investe sul benessere e sull’apprendimento sociale ed emotivo attraverso la formazione del personale, la partecipazione a iniziative locali e soprattutto a progetti europei.

A questo proposito ci fa piacere segnalare come la nostra Università, ed in particolare il nostro Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione, abbiano coordinato i progetti Erasmus+ finalizzati alla promozione dell’inclusione e del benessere degli alunni e del personale e alla prevenzione dell’abbandono scolastico che hanno coinvolto l’Istituto scolastico pavese:

  • Learning to be: sviluppo di pratiche e metodologie per valutare le competenze sociali e emotive all’interno dei sistemi educativi (2017-2020).
  • PROMEHS: promuovere la salute mentale nelle scuole (2020-2022)

Due importanti ricerche coordinate dalla Professoressa Ilaria Grazzani, intervistata nel video report della Commissione Europea, e realizzate grazie all’importante supporto scientifico dei membri del Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione del DISUF. 

L'Istituto di Chignolo Po è attualmente coinvolto nella realizzazione del progetto europeo Teaching To Be.