Area Pedagogica

L’Area Pedagogica del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione di UniMiB svolge attività di ricerca nei seguenti gruppi scientifico-disciplinari:
 

Il gruppo scientifico-disciplinare si interessa dell’attività scientifica e didattica di carattere storico, teoretico-epistemologico ed euristico-metodologico, tesa a fornire le basi teoriche, procedurali ed empiriche per lo sviluppo delle competenze pedagogiche, educative, formative, progettuali e d’istruzione, necessarie alla cura, alla crescita e alla promozione della persona e dei contesti, delle istituzioni e delle organizzazioni. ll gruppo include due settori scientifico-disciplinari tra loro correlati.

Settori scientifico-disciplinari (SSD) afferenti al GSD 11/PAED-01:

  • Pedagogia generale e sociale (PAED-01/A)
    già M-PED/01 Pedagogia generale e sociale
    Attività scientifica e didattica di carattere teoretico-epistemologico ed euristico-metodologico, tesa a fornire le basi teoriche, procedurali ed empiriche per lo sviluppo delle competenze pedagogiche, educative, formative, progettuali e d’istruzione, necessarie alla cura, alla crescita e alla promozione della persona e dei contesti, in una prospettiva democratica d’inclusione sociale. La pedagogia generale e sociale, attenta al dialogo fra prassi e teorie, intreccia i propri contributi a quelli della pedagogia interculturale, della filosofia dell’educazione, dell’epistemologia pedagogica e della psicopedagogia. L’attenzione ai contesti formali, non formali e informali si traduce in studi di pedagogia dello sviluppo ambientale e tecnologico; della scuola, del curricolo, dell’orientamento scolastico e professionale; della formazione degli insegnanti e delle altre professioni educative, formative e di cura; di pedagogia dell’infanzia, dell’adolescenza, delle famiglie; di pedagogia istituzionale, delle organizzazioni, dell’educazione permanente e degli adulti; di pedagogia della cura, delle emozioni, delle relazioni e di deontologia professionale.
     
  • Storia della pedagogia e dell’educazione (PAED-01/A)
    già M-PED/02 Storia della pedagogia
    Attività scientifica e didattica relativa alla storia dell’educazione e della pedagogia, alla storia della scuola, dell’università e delle istituzioni educative, alla storia della didattica, dell’educazione speciale e di quella motoria e sportiva, all’educazione comparata, alla storia della storiografia educativa, alla letteratura e ai media per l’infanzia e per la gioventù (nelle loro dimensioni storiche, letterarie, artistiche e pedagogiche). L’approccio metodologico potrà essere quantitativo e qualitativo, avvalendosi di fonti archivistiche, a stampa, orali, monumentali, iconografiche, mediali e digitali, e potrà considerare le specificazioni di età e di genere, nonché delle diverse culture, ideologie politiche, religioni e civiltà, in contesti nazionali e transnazionali. Fanno parte del settore anche gli studi sul patrimonio storico-educativo nelle sue dimensioni materiali e immateriali anche con riferimento alla memoria, alla sua dimensione pubblica e alla sua comunicazione, gli studi di archivistica scolastica, biblioteconomia scolastica e museologia scolastica, iconografia dell’educazione, cultura materiale dell’istruzione e delle pratiche di cura dell’infanzia, storia del gioco, demologia dei vissuti educativi.

Il gruppo scientifico-disciplinare comprende studi e ricerche a carattere epistemologico, teorico, empirico, sperimentale e applicativo sui processi di apprendimento e di costruzione/trasmissione di conoscenze, abilità, atteggiamenti e competenze che si realizzano in contesti scolastici, socio-educativi, formativi, ludico-motori e aziendali. Particolare attenzione viene rivolta alle dimensioni educative di inclusione e speciali, allo sviluppo delle potenzialità individuali, dell’autonomia e delle capacità critiche della persona, alle forme di partecipazione al patrimonio culturale materiale e immateriale, e alle ricerche sulle tematiche relative al Faculty Development.

Settori scientifico-disciplinari (SSD) afferenti al GSD 11/PAED-02:

  • Didattica e pedagogia speciale (PAED-02/A)
    già M-PED/03 Didattica e pedagogia speciale
    Studi e ricerche a carattere epistemologico, teorico, empirico, sperimentale e applicativo sui processi di apprendimento e di costruzione/trasmissione di conoscenze, abilità, atteggiamenti e competenze che si realizzano in contesti scolastici, socioeducativi, formativi, ludico-motori e aziendali. Particolare attenzione viene rivolta alle dimensioni educative di inclusione e speciali, allo sviluppo delle potenzialità individuali, dell’autonomia e delle capacità critiche della persona, alle forme di partecipazione al patrimonio culturale materiale e immateriale, e alle ricerche sulle tematiche relative al Faculty Development. Il gruppo svolge attività di ricerca e didattico formativa in due ambiti. La Didattica e pedagogia speciale comprende aree teoriche, metodologiche e di ricerca relative alla didattica come scienza del design educativo (progettazione didattica ed educativa), ai processi di apprendimento-insegnamento, alle didattiche inclusive e all’educazione motoria rivolte a singoli o gruppi di specifiche classi di età nell’arco di vita. Le principali aree di indagine riguardano: la progettazione e l’organizzazione dell’azione didattica, la verifica e la valutazione dei suoi esiti; l’individualizzazione e la personalizzazione degli interventi didattici ed educativi; la costruzione della conoscenza indagandone le specificità derivanti dalle varie discipline; le tecnologie avanzate basate anche sull’Intelligenza Artificiale e il loro possibile contributo ad ambienti ed ecosistemi formativi e inclusivi; l’ecologia dei media per la promozione della cittadinanza attiva e digitale; l’inclusione delle persone con disabilità, con situazioni di vita legate a marginalità sociale; la pedagogia speciale, le didattiche speciali e inclusive; la formazione iniziale e continua di educatori per l’infanzia e degli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, la formazione professionale degli operatori, degli insegnanti specializzati sul sostegno, le metodologie e le tecniche del gioco.
    Le aree di ricerca e di intervento della Pedagogia sperimentale includono: rilevazione, misurazione, verifica e valutazione di fattori di sfondo, processi e risultati degli ambienti di apprendimento in ottica educativa e formativa; valutazione di metodologie, preparazione, prassi e stili di intervento delle figure educative e formative nei vari contesti formali, non formali e informali; valutazione di sistema, nella dimensione nazionale e internazionale, delle relazioni tra fattori socioeconomici, culturali, politiche educative, qualità ed equità dei sistemi educativi e formativi; orientamento educativo, scolastico e professionale, transizione al lavoro e riqualificazione; progettazione e valutazione di modalità ed esiti dell’uso di sussidi e ICT nei sistemi educativi e formativi; metodologie e strumenti della ricerca educativa, didattica e docimologica; metodologie della progettazione e della valutazione di interventi, processi, programmi e sistemi educativi e formativi.
     
  • Pedagogia sperimentale (PAED-02/B)
    già M-PED/04 Pedagogia sperimentale
    Approfondimenti teorici, epistemologici e metodologici in direzione applicativa, empirica e sperimentale sui processi di apprendimento-insegnamento di conoscenze, abilità, atteggiamenti e competenze, in ottica inclusiva. Le aree di ricerca e di intervento includono:
    • rilevazione, misurazione, verifica e valutazione di fattori di sfondo, processi e esiti di apprendimento in ottica educativa e formativa;
    • valutazione di metodologie, preparazione, prassi e stili di intervento delle figure educative e formative nei vari contesti formali, non formali e informali;
    • valutazione di sistema, nella dimensione nazionale e internazionale, delle relazioni tra fattori socioeconomici, culturali, politiche educative, qualità ed equità dei sistemi educativi e formativi;
    • orientamento educativo, scolastico e professionale, transizione al lavoro e riqualificazione;
    • progettazione e valutazione di ambienti multimediali di apprendimento, modalità e esiti dell’uso di sussidi e ICT nei sistemi educativi e formativi;
    • metodologie e strumenti della ricerca educativa, didattica e docimologica;
    • metodologie di progettazione e valutazione di interventi, processi, programmi e sistemi educativi e formativi.